Tunisia. Il premier Essid estromette il segretario di Stato per la sicurezza


 

Mentre in Tunisia continuano a susseguirsi gli arresti per reati legati al terrorismo, il premier Habib Essid ha estromesso dall’incarico il segretario di Stato per la Sicurezza nazionale Rafik Chelly. Lo rende noto la presidenza del governo, senza tuttavia specificarne le cause. È lo stesso Chelly, come per allontanare il collegamento con la vicenda dell’attentato al bus delle guardie presidenziali della settimana scorsa a Tunisi in cui sono morte 13 persone, a spiegare che il suo licenziamento è dovuto al riordinamento interno del ministero dell’Interno.

È infatti stato nominato direttore della sicurezza nazionale Abderahmen Belhadj Ali, già direttore della sicurezza del capo di Stato in epoca Ben Alì fino al 1999, una carica poi soppressa nel periodo post-rivoluzionario. Il ministero dell’Interno ha comunicato inoltre di aver proceduto ad altri cambi di vertice nel comparto sicurezza e servizi speciali.