Siria. Gruppo affiliato all’Esercito Libero Siriano rivendica la morte di Samir Kuntar


 

Non è stato Israele bensì un gruppo di insorti siriani a uccidere un rappresentante di spicco degli Hezbollah libanesi a Damasco. E’ quanto affermano i leader del gruppo «I cavalieri dell’Hawran», una delle milizie che si dice affiliata all’Esercito libero siriano, che ha diffuso un filmato breve, diffuso su internet, in cui rivendica l’uccisione di Samir Kuntar, figura di rilievo del movimento sciita libanese Hezbollah alleato del governo di Damasco.

Il Partito di Dio, attraverso la rete satellitare al Manar, aveva attribuito l’uccisione a un raid aereo. «Monitoriamo i vostri movimenti e vi colpiamo quando volete», ha affermato un miliziano del gruppo armato anti Assad che appare nel video e che si rivolge ai rivali libanesi. Proprio ieri alcuni miliziani di Hezbollah avevano sparato tre razzi dal Libano del sud sulla Galilea settentrionale causando la reazione di Israele che aveva risposto con alcuni colpi di mortaio.

La morte di Kuntar era stata annunciata anche dai media siriani che avevano subito accusato i “gruppi ribelli” di avere attacco la casa in cui viveva l’alto esponente di Hezbollah. Alcuni esponenti del Governo di Gerusalemme avevano comunque manifestato la loro soddisfazione. lapidario il commento di Yoav Gallant, Ministro delle Costruzioni: «Non confermo né smentisco nulla a riguardo, ma è un bene che persone come Samir Kuntar non facciano più parte del nostro mondo».

HEZBOLLAH, ISRAELE HA COMMESSO GRAVE STUPIDITÀ – Migliaia di seguaci di Hezbollah hanno preso parte  alla periferia sud di Beirut ai funerali di Samir Kuntar, esponente di spicco del movimento sciita filo-iraniano ucciso in Siria, secondo il Partito di Dio, da un raid israeliano. Uno dei leader di Hezbollah, Hisham Safieddin, ha parlato durante i funerali trasmessi in diretta dalla tv del partito, affermando che «Israele non ha ancora imparato la lezione… questa volta ha commesso la più grave delle stupidità».