Media: i ribelli di Aleppo hanno usato gas al cloro contro i militari siriani


 

Secondo quanto riporta il sito Al-Masdar News, media vicino al governo di Damasco, i combattenti jihadisti di Aleppo avrebbero attaccato le forze governative con un gas velenoso – verosimilmente al cloro – per fermare la loro avanzata nella parte sud-ovest della città assediata. La notizia non può essere verificata in modo indipendente anche se il sito web del giornale pubblica la foto di un militare che sarebbe rimasto intossicato.  Secondo la fonte, l’attacco con il gas, che ha ferito decine di soldati siriani, ha rappresentato una seria minaccia per le forze governative, costringendole a cambiare la loro tattica e a ripiegare su altre postazioni.

 

saa-in-aleppo-387x516

Come riporta il media arabo, non è la prima volta che i ribelli islamisti usano armi chimiche o  gas tossici.  ” I gruppi jihadisti – riporta Al Masdar News – nel corso delle ultime settimane hanno spesso usato il gas negli attacchi contro i civili ad Aleppo ovest, controllata dal governo, uccidendo e ferendo molte persone”.  Le forze dell’opposizione guidate dai gruppi jihadisti, con in testa i terroristi di Jabhat Fath al Sham, hanno lanciato una dura offensiva per spezzare l’accerchiamento dei militari siriani, sostenuti dagli Hezbollah libanesi e dai russi. Malgrado l’attacco, l’esercito siriano è riuscito a riconquistare Tal Rakhem e Tal Mut’ah, due colline che si affacciano sul Progetto Housing 1070.

 

Traduzione: Francesco Gori

Fonte: Al Masdar News