Siria. Quasi la metà di Aleppo est è stata liberata: 140 terroristi si sono arresi


 

Prosegue l’avanzata ad Aleppo est delle truppe del presidente siriano Bashar al Assad: lo riferisce il ministero della Difesa della Russia – alleata di Damasco – secondo cui nelle ultime 24 ore i quartieri “liberati” sono saliti a 14: quindi due in più rispetto ai 12 di cui aveva dato notizia in precedenza Mosca.

“La situazione è cambiata drasticamente nelle ultime 24 ore grazie ad azioni ben preparate e precise messe a segno dalle truppe siriane – ha detto  il portavoce del ministero della Difesa russa, il generale Igor Konashenkov, citato dall’agenzia Interfax – quasi metà dei quartieri di Aleppo Est conquistati dai miliziani negli ultimi anni è stata pienamente liberata”.

Secondo il ministero della Difesa russo, “dalle zone controllate dai miliziani sono usciti oltre 8.500 civili, tra cui circa 4.000 bambini”. Inoltre, sempre stando a Mosca, ” durante il giorno, più di 140 militanti hanno usato i corridoi concessi “a tutti i militanti disposti ad arrendersi, oggetto di un’amnistia concessa dal presidente della Siria”.

Secondo il giornale filo governativo al Masdar, “i ribelli jihadisti di Fatah Halab sono completamente circondati, dopo aver perso oltre il 45 per cento del territorio che controllavano la scorsa settimana”. Quello che stupisce, sottolinea il giornale, è la velocità con la quale i ribelli jihadisti hanno perso i quartieri ad Aleppo est, oramai nelle mani dell’esercito arabo siriano supportato dall’aviazione russa.