VIDEO/ Siria: al-Qaeda si prepara a decapitare tutti gli abitanti di Abu Dali, a Idlib


 

a cusa di Stefano Levoni

SIRIA – Centinaia di abitanti di Abu Dali, nel sud est di Idlib, temono di essere decapitati dai terroristi del gruppo Hayat Tahrir Al-Sham (HTS), ex Fronte al Nusra, affiliato ad Al Qaeda. Il vilaggio, infatti, è stato conquistato dal gruppo jihadista che ha accusato tutti gli abitanti di essere a favore del presidente Assad e del governo di Damasco.

Nelle utime ore sono stati diffusi dei filmati, girati all’interno del villaggio, che mostrano dei civili bendati, seduti nella parte posteriore di un veicolo, che supplicano misericordia ai miliziani del ramo siriano Al-Qaeda che, dopo averli catturati, li tiene in stato di detenzione con la minaccia di condannarli a morte.

La conquista del villaggio da parte dei teroristi di al Qaeda non ha provocato alcuna reazione da parte della comunità internazionale. Abu Dali, peraltro, era da tempo al centro delle negoziazioni tra le parti in guerra e la sua conquista da parte di Hayat Tahrir Al-Sham ha colto di sorpresa l’esercito arabo siriano (SAA) e le forze di difesa nazionali (NDF).

Tutto ciò avviene nella provincia di Idlib, zona di de-escalation secondo gli accordi che le tre nazioni garanti del cessate il fuoco – Russia, Iran e Turchia – hanno raggiunto ad Astana. L’accordo prevede, in particolare, che le forze russe e iraniane monitorino le aree controllate dal governo di Damasco nella provincia, mentre la Turchia farà altrettanto in quelle dell’opposizione.

Nel frattempo, l’aviazione russa ha intensificato i raid aerei contro le postazioni jihadiste in tutta la provincia di Idlib, comprese quelle del villaggio di Abu Dali.