Hamas insiste: non c’entriamo nulla con la morte dei tre ragazzi israeliani


 

Il capo dell’ufficio politico di Hamas, Khaled Mashaal, ha assicurato alla Turchia che il movimento non ha alcuna responsabilità per l’uccisione dei tre giovani israeliani in Cisgiordania. E’ quanto rivela Sky News Arabia, che cita fonti ben informate due giorni dopo il ritrovamento dei corpi dei ragazzi e la notizia del colloquio telefonico tra Mashaal e il capo della diplomazia turca Ahmet Davutoglu. Secondo le fonti di Sky News Arabia, il leader di Hamas ha chiesto alla leadership turca di intervenire per fermare la rappresaglia israeliana contro la Striscia di Gaza.

Stando alle fonti, Mashaal ha affermato che Hamas intende rispettare l’accordo per la tregua raggiunto dopo l’operazione israeliana ‘Pilastro di Difesa’ scattata nel novembre del 2012. Due giorni fa, prima del ritrovamento dei corpi dei giovani israeliani nei pressi di Hebron, Hamas aveva dato notizia di una telefonata di Mashaal al ministro degli Esteri turco ”per metterlo al corrente degli ultimi sviluppi relativi alla questione palestinese” e ”chiedere a Davutoglu di intervenire in fretta con la comunita’ internazionale per fermare le aggressioni israeliane e togliere l’assedio alla Striscia di Gaza”.

(aki)