Qassem (Hezbollah): collaboriamo con Siria, Iran e Palestina per far vincere la Resistenza


 

(Redazione) – Il Vice Segretario Generale di Hezbollah, lo sceicco Naim Qassem, ha affermato che le forze della resistenza, tra cui Hezbollah, Iran, Siria e Palestina, nonché la resistenza irachena, sono in stretto contatto e collaborano tra di loro: “Noi sosteniamo la resistenza palestinese. La resistenza rappresenta il vero cambiamento contro le potenze tradizionali e occidentali. Quello che è successo con la resistenza di Hezbollah – ha detto Qassem – deve essere un monito per tutti: non solo abbiamo liberato la terra dagli invasori ma abbiamo anche cambiato i rapporti di forza con loro”.

Per questa ragione, sottolinea il numero due del partito sciita, “il Libano non è più una zona di occupazione e di speculazione per Israele: “Il complotto sionista in Libano è stato sconfitto e abbiamo frustrato le loro ambizioni nella regione”.

Secondo Qassam, “l’entità sionista non è più in grado di spaventare la nazione islamica e di delimitare i suoi confini.” Il vice segretario di Hezbollah ha anche sottolineato ‘importanza dell’unità islamica e della Resistenza di fronte alla minaccia dei Takfiri (n.d.r terroristi). La potenza dell’ISIS, secondo lo sceicco, ha raggiunto il suo massimo livello di forza e ora è destinata ad esaurirsi grazie all’impegno di tutte le forze della resistenza.

Sheikh Qassem ha infine sottolineato la necessità di preservare il ruolo del grande Islam, la priorità della causa palestinese, la resistenza come un percorso per riconquistare i diritti e il rafforzamento delle posizioni dell’Iran come quadro di riferimento in futuro per realizzare in pieno la resistenza palestinese.