Cristiani, drusi e alawiti nelle milizie di Hezbollah contro l’ISIS


 

Hezbollah, il movimento sciita libanese, secondo quanto riporta il quotidiano locale An-Nahar, citato dal Daily Star, sta reclutando cristiani, drusi e sunniti nell’est del Libano per combattere contro i jihadisti dello Stato islamico. I miliziani di Hezbollah stanno offrendo alle reclute armi e addestramento “per contrastare la minaccia posta dall’Isis e dai suoi affiliati” nel nord e nell’ovest della Valle della Bekaa. Il reclutamento di cristiani, drusi e alawiti sarebbe in corso anche in Siria, “ma non per la formazione di Brigate della Resistenza”, si legge sul quotidiano.

Hezbollah ha cominciato a creare le Brigate della Resistenza nel 2009, ricorda oggi il Daily Star, reclutando combattenti sunniti. Il Libano è impegnato in scontri contro i jihadisti dell’Isis e del Fronte al Nusra, braccio siriano di al Qaida, lungo il confine settentrionale e nord-orientale con la Siria. Prosegue, intanto, l’offensiva dei peshmerga nella città di Kobane assediata dai combattenti Isis.

Secondo l’account twitter @KobaneNews i peshmerga curdi hanno riconquistato all’Isis la collina Mishtenur (Collina della Radio) nei pressi di Kobane, uno snodo strategico per il controllo della alture attorno alla città. Dopo quasi 60 giorni di assedio da parte dei fondamentalisti dell’Isis, le forze curde stanno effettuando una controffensiva e riconquistando varie importanti settori della città al confine con la Turchia.