Hamas scrive ad Hezbollah: uniamo le forze contro il nemico sionista


 

Il movimento sciita libanese Hezbollah ha ricevuto nei giorni scorsi una lettera dal capo dell’ala militare di Hamas, movimento di resistenza palestinese sunnita, in cui si chiede espressamente di unire le forze contro il “nemico sionista”, mettendo insieme “i fucili” in “un’unica battaglia”.

Lo ha rivelato al Manar, la televisione satellitare del partito libanese, ricordando come il messaggio di Mohammed Deif  sia arrivato dopo l’attacco di Israele sulle alture del Golan siriano, nel corso del quale è rimasto ucciso, tra gli altri, Mohamed Issa e Jihad, figlio di Imad Moughniyeh, un altro comandante assassinato nel 2008.

Il comandante militare di Hamas ha espresso le sue “più sentite condoglianze” per “le famiglie dei martiri”.

Si tratta di un esplicito riavvicinamento di Hamas all’asse filo-iraniano formato da Hezbollah e dal governo di Damasco di Bashar al Assad dopo la ‘rottura’ con la Siria seguita alle rivolte della primavera araba.

 

APPROFONDIMENTI

Hezbollah, i rapporti con Hamas e la questione palestinese (di Alessandro Aramu)