Libia: Is giustizia 4 uomini a Sirte, cadavere crocefisso come monito


 

I jihadisti del sedicente Stato islamico (Is) hanno giustiziato a Sirte, in Libia, quattro persone, tra le quali un membro di un gruppo rivale, il cui cadavere è stato esposto come monito. È quanto emerge da un video diffuso ieri sui social media e dal racconto di testimoni citati dalla tv satellitare al-Arabiya. Il video mostra un uomo vestito con una tuta arancione e legato a una croce, ucciso a colpi di arma da fuoco da alcuni jihadisti. Il suo corpo è poi stato lasciato esposto sulla croce. Testimoni parlano di altre tre persone uccise nello stesso modo.

Sirte è diventata la roccaforte dell’Is in Libia. Ieri il capo delle forze armate fedeli al governo di Tobruk, generale Khalifa Haftar, ha affermato che i suoi uomini non dispongono di armi a sufficienza per contrastare i jihadisti nella città, dove hanno creato un vero e proprio emirato, riscuotendo tasse, imponendo nuovi programmi scolastici e la separazione tra ragazzi e ragazze nelle classi e creando tribunali islamici che verificano il rispetto della sharia da parte dei residenti.

(agenzie)