Cinema e Mediterraneo: le giornate del cinema italiano a Tunisi


 

«Il Mediterraneo »ribolle« ed i mutamenti geopolitici che si vanno attualmente determinando richiedono un’Europa attenta e vicina ai popoli della sponda Sud, tesa a comprendere e accompagnare il rapido cambiamento di una vasta area del mondo di cui geograficamente e culturalmente è parte». Così Ginella Vocca, presidente fondatore del Medfilm festival onlus, spiega  il senso dell’iniziativa che riporterà il cinema italiano in mostra a Tunisi. MedFilm che opera da 21 anni, in partenariato con le Ambasciate e gli Istituti di cultura italiani all’estero, intende infatti proseguire con accresciuta forza il lavoro di scambio e conoscenza tra l’Italia ed i paesi della sponda sud del Mediterraneo.

Proprio in questo contesto riprende il progetto delle «Giornate del Cinema Italiano» a Tunisi che per la prima edizione del nuovo ciclo, grazie all’impegno dell’Istituto italiano di Cultura di Tunisi, sarà ospitato nell’ambito della prestigiosa cornice delle Giornate cinematografiche di Cartagine. Il progetto riparte infatti dall’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi che, in collaborazione con il MedFilm festival, realizzerà, a partire da quest’anno, un appuntamento a cadenza annuale con il Cinema Italiano, puntando a rafforzare le già importanti relazioni culturali e commerciali italo tunisine, attraverso il cinema di qualità e gli audiovisivi.

I film italiani che verranno presentati a Tunisi dal 21 al 28 novembre prossimi saranno 11, tutti inediti per il paese nordafricano e verranno accompagnati dalla presenza di importanti personalità del cinema e della cultura. La selezione proposta per le Giornate cinematografiche di Cartagine racconta bene i volti dell’Italia attraverso uno spazio di approfondimento che esplora il nostro presente. Opere importanti e innovative da parte di registi coraggiosi, veterani ed esordienti, capaci di scandagliare il nostro presente con ricercatezza formale e voglia di sperimentazione.

Un «Festival nel Festival» per conoscere l’Italia di ieri, di oggi e forse di domani, che propone in programma 4 lungometraggi, 3 documentari e 4 cortometraggi. Medfilm Festival è membro di MEDIS-Mediterranean Distribution Network, organismo internazionale con sede a Bruxelles che raccoglie i principali operatori del comparto audiovisivo provenienti da: Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto, Libano, Palestina, Giordania, Emirati Arabi Uniti e Italia e con cui co-organizza gli Incontri Professionali di Roma.

MedFilm intende proporre il Cinema per il dialogo tra l’Europa e il Mediterraneo: «abbiamo la fortuna di lavorare in uno spazio magico, dove non esiste un »Altro distante«, il nostro è un mare di incontro, di confronto e conoscenza, dove nasce il dialogo e si tesse la convivenza, per la costruzione di un futuro di Pace, Cooperazione e Sviluppo», conclude Ginella Vocca.

(ansamed)