A Siviglia la prima rassegna di cinema palestinese in Andalusia


 

(Valentina Bifulco) – Siviglia è una città ricca di storia e arte. E’considerata il cuore pulsante dell’Andalusia, e racchiude in se diversi stili architettonici con influenze arabe. Siviglia è anche la sede di un famoso Festival del Cinema, che si svolge dal 2001 nel centro della città, dedicato al cinema contemporaneo europeo. Il Festival del Cinema Contemporaneo ha come obiettivo non solo presentare i film a concorso, ma anche organizzare una serie di incontri tra il pubblico, i registi, gli autori e gli artisti in generale. Il Festival lavora per diffondere la cultura cinematografica europea, in un’atmosfera dove i nuovi creatori e i registi consacrati si confrontano e si scambiano idee, anche attraverso l’integrazione di nuovi supporti espressivi.

Il festival si svolge ogni anno a Novembre e ora tutti si chiederanno “perché parlarne ora?”

Perché il Festival del Cinema Contemporaneo di Siviglia è uno degli organizzatori della prima rassegna di cinema palestinese in Andalusia.

L’evento, realizzato insieme al Centro D’Arte CAS e al Centro di Iniziative Culturali dell’Università di Siviglia, ha inaugurato questi giorni prosegue sino al 12 Aprile a Siviglia, per poi spostarsi a Cordova dal 10 al 18.

La rassegna sarà un’occasione per poter vedere molti lavori di autori palestinesi come Athakira a Khasbal di Michel Khleifi e  Il tempo che ci rimane di Elia Suleiman.
Spazio anche ai registi emergenti come Mais Darwazeh,  Mohammed e Ahmed Abu Nasser,  Larissa Sansour e Basma Al Sharif.

Questa attività è inserita all’interno di una serie di iniziative volte a sensibilizzare la popolazione dell’Andalusia sulla realtà del popolo palestinese, per creare un momento di dialogo politico, accademico e giuridico sul conflitto. Sono previsti incontri con il regista Suha Arraf e lo scenografo e art director Nael Kanj

La rassegna rappresenta una grande opportunità di conoscenza e analisi del panorama cinematografico palestinese, e del suo ventaglio di stili, storie e rappresentazioni.

Le pellicole programmate per l’evento sono:

Cortometraggi
– Condom Lead (Mohammed y Ahmed Abu Nasser, 2013).
-Measures of Distance/Medidas de distancia (Mona Hatoum, 1988).
-Nation State/Estado nación (Larissa Sansour, 2012).
-We Began by Measuring Distance (Comenzamos midiendo la distancia (Basma Al Sharif, 2009).

Lungometraggi
-Athakira al-Khasbal/Memoria fértil (Michel Khleifi. 1980)
-Five Broken Cameras/Cinco cámaras rotas (Emad Burnat, Guy Davidi, 2011).
-My Love Awaits Me by the Sea/Mi amor me espera junto al mar (Mais Darwazeh, 2012).
-Omar (Hany Abu Assad, 2013).
-The Time that Remains/El tiempo que queda (Elia Suleiman, 2009).
-Villa Touma (Suha Arraf. 2014).

Per informazioni
www.muestracinepalestino.com
www.andaluciasolidariaconpalestina.org
www.facebook.com/events/454965851321504