Varoufakis: l’accordo è come il golpe dei colonnelli nel 1967


 

«Il recente vertice europeo è stato a dir poco il culmine di un colpo di Stato». Lo scrive l’ex ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, in un post pubblicato sul suo blog, dove paragona l’intesa di Bruxelles a un golpe paragonabile a quello dei colonnelli. «Nel 1967 – scrive Varoufakis – furono i carri armati delle potenze straniere a mettere finire democrazia greca. Nella mia intervista alla radio australiana Abc ho affermato che nel 2015 c’è stato un altro golpe delle potenze straniere, che hanno usato le banche invece dei carri armati».

L’ex ministro aggiunge poi che «forse la maggiore differenza economica è che mentre nel 1967 le proprietà pubbliche non vennero prese di mira, nel 2015 i poteri che sono dietro il colpo di stato hanno chiesto la cessione di tutti i beni pubblici rimanenti, in modo da metterle a disposizione del rimborso di un debito pubblico insostenibile e non pagabile».

IMPRESA DI POMPE FUNEBRI RIBATTEZZATA «SCHAEUBLE» –  I greci sono noti per il loro umorismo e la capacità di mantenerlo anche nelle situazioni più difficili. Ma quando l’umorismo si combina con gli affari, allora il risultato può essere persino spettacolare. È il caso di quanto avvenuto nella città di Agrinio (100mila abitanti, nella Grecia centrale) dove il proprietario di un’impresa di pompe funebri ha trovato il modo di farsi beffe dell’attuale situazione finanziaria della Grecia e del trattamento che il Paese ha ricevuto dai partner europei, in particolare la Germania. Cogliendo al volo gli ultimi sviluppi della situazione e soprattutto gli umori dei suoi concittadini nei confronti della Germania, l’uomo ha ribattezzato la propria impresa «Schaeuble» utilizzando il cognome dell’implacabile (verso la Grecia) ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble. Negli ultimi giorni, le immagini dell’ingresso dell’ufficio di pompe funebri – sui cui spicca l’insegna con su scritto il nome «Schaeuble» – è diventata virale tra gli utenti dei social media, soprattutto Facebook e Twitter, procurando così parecchia pubblicità gratuita al fantasioso imprenditore.

SCHAEUBLE, GREXIT OPZIONE MIGLIORE PER ALCUNI IN GOVERNO TEDESCO – Alcuni membri del governo tedesco avrebbero preferito un’uscita temporanea della Grecia dall’euro piuttosto che un nuovo programma di salvataggio. Lo ha detto il ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schaeuble, al termine del consiglio Ecofin a Bruxelles. «Ci sono molte persone, anche nel governo tedesco, che sono piuttosto convinte che nell’interesse della Grecia e del popolo greco quello che abbiamo scritto fosse una soluzione migliore», ha spiegato riferendosi al passaggio della bozza di conclusioni dell’Eurogruppo di domenica scorsa che indicava la possibilità di una Grexit di 5 anni nel caso di mancato accordo. Ma, ha aggiunto, «la decisione deve essere presa dalla Grecia». Schaeuble ha anche spiegato che sarà «difficile» definire gli strumenti per poter procedere a un prestito ponte per coprire il fabbisogno finanziario della Grecia.