Spagna. Nuovo sindaco di Madrid vuole cancellare i nomi delle strade legate al franchismo


 

La nuova giunta comunale di Madrid targata Podemos, guidata dal sindaco Manuela Carmena, è intenzionata a cambiare i nomi di piazze e strade ancora dedicate a personalità in qualche modo legate al periodo franchista, in applicazione della legge sulla memoria storica approvata sotto il premier socialista Josè Luis Zapatero. L’annuncio ha provocato una immediata minaccia di querela da parte della Fondazione Francisco Franco, secondo la quale si tratterebbe di una «misura vendicativa» non rispettosa «di nomi di strade e piazze rappresentativi di una epoca della storia spagnola».

La leader dell’opposizione popolare a Madrid Esperanza Aguirre ha chiesto al premier Mariano Rajoy di sospendere l’applicazione della legge approvata da Zapatero. Oltre alla nuova amministrazione comunale di Madrid, altri comuni ora guidati da Podemos o da altre forze parallele anti- casta come Valencia, Saragozza o La Coruna hanno annunciato il ritiro di nomi ‘franchistì delle strade.

In diverse città spagnole ci sono ancora piazze o strade dedicate al Caudillo Francisco Franco o ai generali Yague e Varela, che lo accompagnarono nel sollevamento contro la Repubblica nel 1936. Ma la stampa spagnola si interroga sui limiti della misura, rilevando che alcuni grandi nome dell’arte e della cultura spagnola come il pittore Salvador Dali sono stati simpatizzanti del Generalissimo.