La Terza Guerra Mondiale è iniziata


 

di Paul Craig Roberts

 

La Terza Guerra Mondiale è già combattuta. Quanto tempo passerà prima che si  sposti Alla sua fase calda?

Washington sta attualmente conducendo una guerra economica e di propaganda contro quattro dei cinque membri del gruppo di Paesi conosciuti come BRICS: Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa. Brasile e Sud Africa vengono destabilizzati con scandali politici fabbricati ad arte. Entrambi i Paesi abbondano di politici finanziati da Washington e di organizzazioni non governative (ONG). Washington inventa uno scandalo, manda i suoi agenti politici in azione chiedendo un intervento contro il governo e le sue ONG protestano nelle strade.

Washington ha tentato questo [scenario] contro la Cina con la “contestazione studentesca” orchestrata ad Hong Kong. Washington sperava che la protesta si sarebbe diffusa in Cina, ma lo schema è fallito. Ha provato di nuovo contro la Russia con le proteste orchestrate contro la rielezione di Putin ed ha fallito ancora una volta.

Per destabilizzare la Russia, Washington ha bisogno di una presa più salda al suo interno. Al fine di ottenerla, Washington ha lavorato di concerto con le mega-banche di New York e i sauditi per far scendere il prezzo del petrolio da più di 100 dollari al barile a 30 dollari al barile. Questo ha messo sotto pressione le finanze russe e il rublo. In risposta alle esigenze di bilancio della Russia, gli alleati di Washington in Russia stanno spingendo il presidente Putin a privatizzare importanti settori economici russi al fine di aumentare il capitale straniero per coprire il deficit di bilancio e sostenere il rublo. Se Putin cedesse, importanti asset russi si spostebbero dal controllo russo a quello di Washington.

A mio parere, quelli che stanno spingendo per la privatizzazione sono o traditori o completamente stupidi. Comunque siano, sono un pericolo per l’indipendenza della Russia.

Eric Draitser fornisce alcuni dettagli sull’aggressione di Washington alla Russia:

http://www.mintpressnews.com/brics-attack-western-banks-governments-launch-full-spectrum-assault-russia-part/215761/

su quello al Sud-Africa:

http://www.mintpressnews.com/brics-attack-empires-destabilizing-hand-reaches-south-africa/215126/

e su quello al Brasile:

http://www.mintpressnews.com/brics-attack-empire-strikes-back-brazil/214943/

Per il mio articolo sull’attacco di Washington all’indipendenza dell’America Latina, potete vedere:

http://www.paulcraigroberts.org/2016/04/22/washington-launches-its-attack-against-brics-paul-craig-roberts/

Come ho spesso sottolineato, i neocon sono stati portati alla pazzia dalla loro arroganza e tracotanza. Nella loro ricerca per l’egemonia americana nel mondo hanno messo da parte ogni cautela nella loro determinazione a destabilizzare Russia e Cina.

Con l’implementazione di politiche economiche neoliberiste spinte dai loro economisti addestrati alla tradizione neoliberista occidentale, i governi russo e cinese si sono serviti [da soli] a Washington. Ingoiando la linea “globalista”, utilizzando il dollaro statunitense, partecipando al sistema di pagamenti occidentale, aprendosi alla destabilizzazione da flussi di capitali esteri in entrata ed in uscita, ospitando banche americane e permettendo la proprietà straniera, i governi russo e cinese si sono resi maturi per la destabilizzazione.

Se la Russia e la Cina non si disimpegnano dal sistema occidentale ed esiliano i loro economisti neoliberisti, dovranno entrare in guerra per difendere la loro sovranità.

 

Articolo originale:

http://www.paulcraigroberts.org/2016/04/25/world-war-iii-has-begun-paul-craig-roberts/

Traduzione di Costantino Ceoldo – Pravda