L’Europa è condannata dal vassallaggio a Washington?


 

di Paul Craig Roberts

Un anello per domarli tutti . . . e nel buio incatenarli (J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli)

La seconda guerra mondiale ha comportato un’Europa conquistata, non da Berlino ma da Washington.

La conquista era certa, ma non tutta in una volta. La conquista di Washington dell’Europa è risultata dal Piano Marshall, dai timori dell’Armata Rossa di Stalin che ha forzato l’Europa a fare affidamento sulla protezione militare di Washington e a subordinare le forze armate in Europa a Washington all’interno della NATO, dalla sostituzione della sterlina come valuta di riserva mondiale con il dollaro USA e dal lungo processo di subordinazione della sovranità dei singoli Paesi europei nei confronti dell’Unione Europea, un’iniziativa della CIA attuata da Washington per controllare tutta l’Europa attraverso il controllo di un singolo governo irresponsabile.

Con poche eccezioni, principalmente nel Regno Unito, l’adesione all’Unione europea ha significato anche la perdita dell’indipendenza finanziaria. Dal momento che solo la Banca Centrale Europea, un’istituzione europea, è in grado di creare moneta, quei Paesi così sciocchi da accettare l’euro come valuta non hanno più il potere di creare il proprio denaro per finanziare i deficit di bilancio.

I paesi che hanno aderito all’Euro devono fare affidamento su banche private per finanziare i propri deficit. Il risultato di tutto ciò è che i Paesi oltre-indebitati non possono più pagare i loro debiti con la creazione di denaro e si aspettano che i loro debiti siano riscritti a livelli che possano ripagare. Invece, Grecia, Portogallo, Lettonia ed Irlanda sono stati saccheggiate da banche private.

L’Unione Europea ha costretto gli pseudo-governi di questi Paesi a pagare le banche private del Nord Europa sopprimendo il tenore di vita delle loro popolazioni e privatizzando beni pubblici al massimo ribasso. Così pensioni di anzianità, pubblico impiego, istruzione e servizi sanitari sono stati tagliati e il denaro reindirizzato alle banche private. Le aziende idriche municipali sono state privatizzate con il risultato di bollette dell’acqua più care. E così via.

Poiché non vi è alcuna ricompensa ma solo punizioni nell’essere un membro dell’Unione Europea, perché i governi, nonostante i desideri espressi dei loro popoli, vi si aggregano?

La risposta è che Washington non ha voluto altra alternativa. I [padri] fondatori europei dell’Unione Europea sono creature mitiche. Per creare l’Unione Europea, Washington ha utilizzato dei politici che controllava.

Alcuni anni fa, sono stati resi pubblici dei documenti della CIA dimostranti che l’UE è stata un’iniziativa della CIA stessa. Vedere:

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/1356047/Euro-federalists-financed-by-US-spy-chiefs.html

e

http://benwilliamslibrary.com/blog/?p=5080

 

Nel 1970 il relatore della mia tesi di dottorato, poi funzionario di altissimo rango a Washington con il controllo sugli affari di sicurezza internazionale, mi ha chiesto di intraprendere una missione delicata all’estero. Ho rifiutato. Tuttavia, ha risposto alla mia domanda: “Come fa Washington a far si che Paesi stranieri facciano ciò che Washington vuole?” .

“Soldi”, ha detto. “Diamo ai loro capi vagonate di soldi. Ci appartengono”.

E’ chiaro come l’Unione Europea serva gli interessi di Washington, non gli interessi dell’Europa. Ad esempio, il popolo francese e il governo sono contrari agli OGM, ma la UE consente una “autorizzazione precauzionale di mercato” all’introduzione degli OGM, contando forse sulle “scoperte scientifiche” degli scienziati sul libro paga della Monsanto. Quando lo stato americano del Vermont ha approvato una legge che impone l’etichettatura degli alimenti OGM, la Monsanto gli ha fatto causa. Una volta che i funzionari corrotti dell’UE abbiano firmato l’accordo TTIP scritto dalle multinazionali americane, la Monsanto controllerà l’agricoltura europea.

Ma il pericolo per l’Europa va ben oltre la salute dei popoli europei, che saranno costretti a mangiare cibi velenosi. Washington sta usando la UE per costringere gli europei alla guerra con la Russia, una potenza nucleare in grado di distruggere l’intera l’Europa e tutti gli Stati Uniti in pochi minuti.

Questo accade perché i “leader” europei corrotti con “vagonate di denaro” hanno [preferito] avere il denaro di Washington nel breve periodo piuttosto che [lasciar] vivere gli europei nel lungo periodo.

Non è possibile che ogni politico europeo sia così idiota da credere che la Russia abbia invaso l’Ucraina, che la Russia da un momento all’altro invada la Polonia e gli Stati Baltici, o che Putin sia un “nuovo Hitler” impegnato a ricostruire l’impero sovietico. Queste accuse assurde non sono altro che la propaganda di Washington, priva del tutto della verità. La propaganda di Washington è completamente trasparente. Nemmeno un idiota potrebbe crederci.

Eppure l’Unione europea segue la propaganda, come fa la NATO. Perché? La risposta è il denaro di Washington. L’Unione Europea e la NATO sono assolutamente corrotte. Sono le puttane ben pagate di Washington.

L’unico modo con cui gli europei possono impedire una III guerra mondiale nucleare per continuare a vivere e godere di ciò che resta della loro cultura, che gli americani non abbiano distrutto con la [loro] cultura americana di sesso violenza ed avidità, è per i governi europei seguire l’esempio inglese e uscire dall’unione europea creata dalla CIA. E uscire della NATO, il cui scopo è evaporato con il crollo dell’Unione Sovietica, ed è ora usata come lo strumento di egemonia mondiale di Washington.

Perché gli europei vogliono morire per l’egemonia mondiale di Washington? Ciò significa che gli europei stanno morendo pure per l’egemonia di Washington sull’Europa.

Perché gli europei vogliono sostenere Washington in cui degli alti funzionari, come Victoria Nuland, dicono “Si fotta l’Europa!“?

Gli europei stanno già soffrendo a causa delle sanzioni economiche che i loro padroni a Washington li hanno costretti ad applicare a Russia ed Iran. Perché gli europei vogliono essere distrutti da una guerra con la Russia? Gli europei hanno voglia di morire? Gli Europei sono stati [così] americanizzati da non apprezzare più l’abbondanza storica di  bellezze artistiche ed architettoniche, delle realizzazioni letterarie e musicali di cui i loro Paesi sono custodi?

La risposta è che non fa alcuna differenza di sorta riguardo quello a cui pensano gli europei, perché Washington ha istituito un governo per loro che è totalmente indipendente dalla loro volontà. Il governo dell’Unione Europea risponde solo al denaro di Washington. Alcune persone capaci di fare leggi sono sul libro paga di Washington. Tutti i popoli d’Europa sono i servi di Washington.

Pertanto, se gli europei rimangono i popoli creduloni, incuranti e stupidi che sono attualmente, allora sono condannati, insieme al resto di noi.

D’altra parte, se i popoli europei potessero rinsavire, liberarsi dalla Matrix che Washington gli ha imposto e rivoltarsi contro gli agenti di Washington che li controllano, allora potranno salvare la propria vita e la vita del resto di tutti noi.

*********

Articolo originale:

http://www.paulcraigroberts.org/2016/07/27/is-europe-doomed-by-vassalage-to-washington-paul-craig-roberts/

Traduzione di Costantino Ceoldo – Pravda.Ru freelance