Bashar al – Assad, i suoi nemici e Ban Ki-moon


 

(Manlio di Stefano) – Al Consiglio d’Europa ha partecipato Ban Ki-Moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite, e si è sottoposto ad uno scambio di vedute sulla politica estera globale e ad una serie di domande.
Purtroppo risultavo in fondo alla lista degli oratori e non ho potuto porgli la mia domanda quindi, la pubblico qui, sperando che sia da stimolo per un serio dibattito di politica estera.

“Il 16 agosto scorso è stata approvata dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU la risoluzione n. 2170 che prevede misure per ostacolare ogni tipo di supporto, finanziamento e armamento ai terroristi dello Stato islamico dell’Iraq e della Siria, al fronte terroristico “Jabhat al-Nusra” e al flusso di terroristi in Siria e in Iraq.

Visto che:

Il Consiglio ha istruito un team incaricato di monitorare le violazioni nelle sanzioni sui gruppi terroristici, e di riferire, entro 90 giorni, eventuali minacce in aree dove ISIS e Jabhat al-Nusra sono attive e fornire raccomandazioni per affrontare queste minacce;
Dal mese di aprile, l’Isis e il fronte Jabhat al-Nusra hanno proseguito la loro avanzata in Iraq e Siria, con l’occupazione di Ramadi (Iraq), Idlib e Palmyra (Siria);
Diversi media in Turchia, così come il Dipartimento di Stato USA, hanno provato il coinvolgimento dei servizi segreti turchi nel passaggio dei terroristi in Siria;
L’Isis continua a ricevere i proventi dalla vendita di petrolio alla Turchia ad un prezzo ridotto (come documentato da vari analisti e reporter di guerra).

Dal momento che:

La Giordania favorisce il passaggio di terroristi sul suolo siriano;
Israele accoglie i terroristi feriti in Siria e li rispedisce nei campi di battaglia, così come gli offre supporto logistico, come documentato dai media israeliani;

Quali sanzioni o misure sono stati attuati dal Consiglio di Sicurezza contro Turchia, Giordania, Israele, oltre alle già note Qatar e Arabia saudita per il loro appoggio, diretto e non, alle sopracitate organizzazioni terroristiche?

Se l’inviato dell’Onu in Siria Staffan De Mistura ha ribadito più volte che il Presidente siriano Bashar al Assad è parte della soluzione alla crisi siriana, non sarebbe necessario un maggior coordinamento con le forze armate siriane contro Isis e Jabhat al-Nusra, avendo conoscenze e informazioni sul fenomeno del terrorismo islamico e attuato, in proporzione, decine di attacchi aerei in più rispetto alla cosiddetta coalizione Isis, la cui azione in Siria e Iraq si è dimostrata finora inconcludente?”

Chissà cosa avrebbe risposto Ban Ki-Moon…

 

 *deputato del M5S e componente della Commissione Esteri alla Camera