Giornale pro Netanyahu attacca Obama sul nucleare iraniano


 

A una settimana dal controverso intervento di Benyamin Netanyahu al Congresso Usa, dove il premier israeliano intende denunciare la politica negoziale statunitense verso l’Iran, il quotidiano nazionalista Israel ha-Yom – notoriamente vicino al governo in carica – lancia oggi uno duro attacco al presidente Barack Obama. Un vistoso titolo di prima pagina, (‘Prende forma: un cattivo accordò) è accompagnato da un commento polemico in cui si afferma fra l’altro che «nell’era di Obama è conveniente essere nemici degli Stati Uniti, e meglio ancora se si è un ayatollah».

Secondo il giornale, «laddove il governo israeliano vede persone cattive (l’Iran), l’amministrazione Usa vede invece persone potenzialmente buone» e addirittura Teheran sarebbe per Washington «il nuovo sceriffo del Medio oriente che finalmente farà ordine». L’articolista israeliano conclude che Netanyahu ha dunque fatto bene a gridare «al lupo, al lupo» quando ha denunciato l’accordo che pare stia prendendo forma fra le potenze del 5+1 e l’Iran.